I clienti
non sono compratori,
ma interlocutori
consapevoli.

Franchising, Tradizione, Ibridazione,
quali sono le strade?

Franchising, Normal Trade, Ibridazione dei format, insomma quale è lo standard giusto per affrontare i nuovi mercati?
Molti parlano di reti franchising, ma quali sono i rischi di una rete monomarca e come può convivere con la attuale rete indiretta senza cannibalizzarla? Il modello Italia è compatibile con i mercati esteri che ci interessano oppure ne vanno modificati i tratti?
Creare una rete in franchising è un’opportunità concreta, purché si passi attraverso uns seria analisi di fattibilità e un piano di implementazione, analizzando l’esistenza o meno di competenze adatte, gli investimenti necessari, e il package franchising più adeguato.

Rete Tradizionale o e-commerce?

La gran parte delle aziende usano da sempre una rete di distributori e dealer. Sistema consolidato, ma che oggi fronteggia l’economia diretta di internet e l’interazione digitale offerta ai consumatori. Un mondo di acquirenti sempre piu esperti e abili che non lascia spazio a opacità e mezze verità. Il timore, in questa fase di transizione è che l’e-commerce possa cannibalizzare la rete esistente, ma sappiamo che tra 10 anni se non si sarà presa con decisione questa strada saremo fuori dal mercato.
Come lo possiamo costruire e creare una situazione win win anche per i canali tradizionali?

La nuova organizzazione è circolare.
Quindi?

Il tradizionale modello organizzativo basato su funzioni a Sylos indipendenti tra loro non è più efficace, superato da nuovi modello di organizzazioni su base collaborativa e a struttura circolare. Come applicarlo alla propria azienda e all’organizzazione commerciale che sempre più spesso sfugge a un controllo reale e gestito? Abbiamo sempre venduto con agenti, ma spesso non scaricano a terra la catena del valore che mettiamo loro a disposizione. Forse ho bisogno una rete diretta ma gli investimenti sono importanti. Come posso valutare se conviene aprire flagship, nuovi distributori e avviare nuovi canali?

Tutti parlano di vendere in China.

Ho sviluppato modello di business interessante e ad alta redditività. Vorrei espanderlo a livello internazionale in licensing o partnership.
Come posso codificarlo e organizzare il suo sviluppo in un modo pianificato, con attenzione sia agli aspetti contrattuali che ai ritorni economici che posso avere?
Brasile, Cina, India, Nord America o est Europa: come mappo le potenzialità di diversi paesi e come implemento strategie di ingresso in mercati così differenti?

Servizi

Servizi

Leggi anche…

  • L’innovazione nella distribuzione al dettaglio passa dai format e dall’esperienza che questi offrono dei brand che contengono. Il tempo che i clienti attuali e potenziali decidono di trascorrere in ne

Clienti correlati